cropped-CATOM-logo-web.png
Accedi
Cerca
Close this search box.

La colonia felina di Sant’Elia a Cagliari: una situazione critica

Volontari e Animalisti in lotta per la salvaguardia dei felini

Nel cuore di Cagliari, all’interno del rudere dello stadio Sant’Elia, si trova una colonia felina in pericolo. Questa colonia, composta da oltre un centinaio di gatti, è gestita da volontari che, nonostante le mille difficoltà, cercano di garantire loro cure e cibo. Purtroppo, l’accesso alla struttura abbandonata è consentito solo due volte alla settimana, una limitazione che mette a rischio la salute e la sopravvivenza dei felini.

L’ambientalista Valerio Piga ha denunciato la situazione, sottolineando la mancanza di interesse da parte del Comune. I volontari, infatti, vorrebbero poter accedere alla colonia quotidianamente per fornire cure adeguate ai gatti, molti dei quali necessitano di cure mediche e sterilizzazione. Alcuni gatti, purtroppo, muoiono o vengono investiti dalle auto che attraversano la zona.

Giustino Claudetti, uno dei volontari, ha descritto la situazione come una “vergognosa realtà cittadina” in cui i volontari non ricevono alcun aiuto nella gestione della colonia. Ha inoltre ricordato che i gatti randagi sono protetti dalla legge 281 del 1991, che li definisce come “gatti del Sindaco”. Nonostante gli sforzi dei volontari, i gatti più fragili e gran parte dei cuccioli muoiono in modo atroce.

I volontari chiedono che l’amministrazione comunale consenta loro di entrare quotidianamente per cibare i gatti in modo adeguato e continuativo, per completare le catture finalizzate alle sterilizzazioni e per garantire le eventuali cure sanitarie. La speranza è che si trovi una soluzione adeguata per accogliere i gatti, o che si crei un’oasi felina che si adatti alle esigenze sia dei volontari che dei poveri animaletti, soprattutto in vista dell’inizio dei lavori per il nuovo stadio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie

Cagliari tomorrow