cropped-CATOM-logo-web.png
Accedi
Cerca
Close this search box.

L’Estorsione di Sassari: Un decennio di ricatti e la cattura di un 58enne

Dopo l'ultima richiesta di soldi e sfinita dallo stillicidio, la 50enne si è rivolta alla polizia, che ha poi organizzato una trappola.

A Sassari, una donna di 50 anni è stata vittima di un’orribile estorsione durata sette anni. Un uomo di 58 anni l’ha ricattata, minacciando di rivelare un video che mostrava un loro momento intimo. A seguito di questa minaccia, l’uomo ha estorto alla donna poco più di 30mila euro nel corso degli anni. La registrazione è stata realizzata clandestinamente sette anni fa, in un periodo in cui i due avevano una relazione di breve durata. Durante uno dei loro momenti privati, l’uomo aveva installato telecamere nella stanza, registrando il loro incontro.

Dopo la fine della loro relazione, l’uomo ha utilizzato il video come mezzo di ricatto, chiedendo denaro in cambio della promessa di non divulgare il filmato. La donna, sperando ogni volta che fosse l’ultima richiesta di denaro, ha continuato a pagare per sette anni, nella speranza che l’incubo finisse.

Ma la situazione ha preso una svolta lo scorso giovedì, quando la donna, esasperata, ha deciso di rivolgersi alla polizia di Sassari e raccontare la sua tragica esperienza. Agendo rapidamente, la polizia ha messo a punto un piano per catturare l’estorsore. Sabato, con 15mila euro in contanti, ogni singola banconota segnata dalla Squadra mobile, la donna si è incontrata con l’uomo in un parcheggio di un supermercato di Sassari, come concordato.

Dopo avergli consegnato il denaro, l’uomo è stato immediatamente arrestato e trasferito nella prigione di Bancali. Le indagini sono state svolte sotto la guida del sostituto procuratore Angelo Beccu.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie

Cagliari tomorrow