cropped-CATOM-logo-web.png
Accedi
Cerca
Close this search box.

Bimbo annegato in piscina, condannati i proprietari dell’albergo in cui morì il piccolo Richard

Sentenza di un anno per l'amministratore e dieci mesi per la proprietaria della struttura in cui avvenne l'incidente cinque anni fa

tribunale

Il giudice monocratico di Nuoro, Giovanni Angelicchio, ha emesso oggi la sentenza per Sergio Appeddu e sua moglie Alessandra Gusai, proprietari e amministratori della struttura alberghiera gli Ulivi di Orosei. I coniugi erano accusati di omicidio colposo in seguito alla tragica morte di Richard Mulas, un bambino di 7 anni, avvenuta il 2 settembre 2018. La sentenza ha stabilito una condanna di un anno di reclusione per Sergio Appeddu e 10 mesi per Alessandra Gusai, con la sospensione condizionale della pena. Inoltre, dovranno coprire le spese processuali.

Il caso riguarda il terribile incidente in cui il piccolo Richard Mulas è rimasto intrappolato nel bocchettone di scolo della piscina della struttura alberghiera. In aula anche il padre del bambino, in lacrime dopo il verdetto.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Carla Matta, residente a Oristano da alcuni anni dopo il matrimonio, era parte della Cooperativa...
ugo masala funerali
Nella chiesa di San Paolo l'ultimo saluto al primo maresciallo luogotenente morto a seguito di...
ospedale Greca Melis
La 72enne, urtata sulla statale 130 da una vettura condotta da un giovane di Decimomannu,...
autoambulanza
L'incidente in via La Vega, il conducente trasportato in codice giallo al Brotzu...
L'episodio ha richiesto l'intervento tempestivo del servizio di emergenza 118, che ha inviato un'ambulanza sul...
Il trasferimento d'urgenza in sala operatoria aveva permesso di praticare il cesareo, consentendo la nascita...
Cagliari tomorrow