cropped-CATOM-logo-web.png
Accedi
Cerca
Close this search box.

Fondazione Mont’e Prama alla XXV Borsa mediterranea del turismo archeologico di Paestum

Si è conclusa positivamente la partecipazione della Fondazione Mont’e Prama alla nota kermesse sul turismo

La partecipazione della Fondazione Mont’e Prama alla XXV Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum si è rivelata un grande successo, attirando numerosi visitatori presso lo stand dedicato.

In collaborazione con la Regione Sardegna e il Gal Sinis, la Fondazione ha allestito stand che hanno dato l’opportunità di presentare al mondo le ricchezze archeologiche e culturali della Sardegna.

Il presidente della Fondazione Mont’e Prama, Anthony Muroni, ha sottolineato l’importanza di promuovere con energia e determinazione l’ampia offerta culturale e archeologica offerta dal Parco Archeologico del Sinis e dalla Sardegna nel suo complesso. Questa promozione mira a far diventare la regione una meta di attrazione internazionale per gli stakeholder del settore turistico.

Durante l’evento, due conferenze hanno catturato l’attenzione dei visitatori. La prima, condotta dal presidente Muroni insieme agli archeologi Giorgio Murru e Nicoletta Camedda, ha presentato il Grande Progetto Mont’e Prama, la Sardegna Archeologica e il Parco Archeologico del Sinis. La seconda conferenza, organizzata dal Gal Sinis insieme agli operatori turistici locali, ha evidenziato le caratteristiche uniche del territorio, che non solo offre bellezze storiche e paesaggistiche, ma anche prelibatezze enogastronomiche di alta qualità.

La Fondazione Mont’e Prama prosegue nella sua campagna di comunicazione, collaborando con diverse realtà del mondo dello sport e portando il Sinis e i Giganti in alcuni dei più importanti centri culturali italiani. Inoltre, progetti futuri includono il completamento dei lavori pubblici per l’infrastrutturazione dei siti archeologici del Sinis e la creazione del grande Parco Archeologico Naturale del Sinis.

La partecipazione attiva alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico ha contribuito a promuovere la bellezza e la storia della Sardegna, aprendo nuove opportunità per il suo sviluppo culturale e turistico.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Per Rotta dei Fenici si intende la connessione delle grandi direttrici nautiche che, dal XII...
Cagliari tomorrow