cropped-CATOM-logo-web.png
Accedi
Cerca
Close this search box.

Innovazione e sicurezza: nuove misure contro le rapine ai portavalori

Telecamere, meno contante e task force, la risposta di Nuoro agli assalti

Ridurre il contante nei trasporti e incrementare la videosorveglianza, oltre alla creazione di un gruppo speciale: strategie innovative per contrastare gli attacchi ai trasporti di valori.

Le aziende di sicurezza, scosse dal furto avvenuto lungo la strada statale 131, hanno ottenuto un incontro con il Prefetto di Nuoro. L’iniziativa prevede l’installazione di ulteriori dispositivi di videosorveglianza in aree strategiche e la formazione di un’unità speciale, sotto l’egida della Prefettura di Nuoro, destinata a potenziare le tattiche di difesa. Queste azioni saranno formalizzate attraverso un accordo mirato a ridurre le possibilità di rapine ai furgoni blindati.

A seguito dell’aggressione del 31 gennaio sulla strada 131 vicino a Siligo, che ha visto il ferimento di cinque individui, le compagnie di vigilanza esigono soluzioni immediate. Hanno partecipato a una riunione del Comitato per la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto di Nuoro, Giancarlo Dionisi, insieme a rappresentanti delle forze dell’ordine, dirigenti di Anas e segretari locali di sindacati quali Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

Si prevede l’introduzione di metodologie all’avanguardia per prevenire gli attacchi e assicurare interventi tempestivi in caso di crimini. È in fase di valutazione anche una cooperazione tra Anas, l’amministrazione provinciale e i comuni per espandere la rete di videosorveglianza.

Il prefetto Dionisi ha sottolineato l’impegno nell’adottare strategie preventive per salvaguardare la vita delle persone, migliorando la comunicazione con le autorità di polizia, utilizzando in modo più efficace le tecnologie disponibili, riducendo il denaro contante trasportato per ciascun viaggio e potenziando il monitoraggio stradale attraverso telecamere. Queste iniziative saranno dettagliate in un Protocollo d’intesa che verrà poi condiviso con le prefetture di altre province.

L’Ugl ha proposto, attraverso una nota, l’introduzione di una guardia supplementare che operi in incognito, anticipando i trasporti con un veicolo non marcato, come comunicato dal segretario territoriale di Nuoro, Simone Testoni.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Carla Matta, residente a Oristano da alcuni anni dopo il matrimonio, era parte della Cooperativa...
Più di 12.000 donne sfidano la pioggia in una corsa di solidarietà...
elezioni regionali
Le complessità del sistema elettorale Italiano alla luce delle Regionali Sarde...
Un tragico incidente ha spezzato la vita di un vigile urbano a Siamaggiore: la comunità...
A proposito dei suoi prossimi impegni, Todde ha confermato che il 8 marzo sarà in...
La Cgia di Mestre calcola la "lunghezza" delle file in tutta Italia degli utenti davanti...
Cagliari tomorrow