cropped-CATOM-logo-web.png
Accedi
Cerca
Close this search box.

Emergenza estiva in Sardegna, gara per elicotteri antincendio deserta

La mancanza di offerte complica i preparativi contro gli incendi estivi, mettendo a rischio l'isola.

La competizione per l’assegnazione del contratto di servizi aerei destinati alla lotta contro gli incendi in Sardegna ha incontrato un inaspettato ostacolo: nessuna compagnia aerea ha avanzato proposte per questo incarico, precedentemente considerato tra i più prestigiosi a livello europeo fino al 2021.

La mancanza di candidature per il leasing di elicotteri dedicati alla prevenzione e all’estinzione degli incendi indica una stagione estiva di elevato rischio per l’isola. Le cause di tale disinteresse includono offerte economiche ritenute insufficienti e periodi di noleggio considerati troppo brevi, che hanno scoraggiato le associazioni di compagnie aeree, vincitrici degli appalti nelle stagioni precedenti, dal partecipare nuovamente. Questa situazione solleva preoccupazioni significative per il periodo 2023-2026, riguardo all’efficacia dei servizi di sorveglianza e intervento contro gli incendi boschivi e rurali, in un contesto caratterizzato da un inverno mite e asciutto che aumenta il rischio di incendi.

Il contesto dell’assenza di proposte per il contratto si collega a difficoltà gestionali e logistiche emerse già nel 2021, quando cambiamenti nella proprietà e nelle offerte economiche tra le imprese partecipanti hanno alterato la dinamica dell’appalto. La transizione della gestione a nuovi attori non ha garantito la continuità di servizio sperata, evidenziando problemi logistici e di costi non adeguatamente previsti nell’ammontare dell’appalto, rendendolo non sostenibile per le aziende coinvolte.

Le modifiche introdotte nel nuovo bando di gara hanno ulteriormente complicato la situazione, riducendo i periodi di disponibilità dei mezzi aerei e aumentando i costi operativi, una combinazione che ha allontanato le potenziali candidature. La situazione attuale richiede soluzioni innovative, anche alla luce delle raccomandazioni della Corte dei Conti sul potenziale investimento in una flotta aerea regionale, suggerendo una riflessione strategica sull’acquisto di elicotteri da destinare permanentemente al Corpo forestale, come misura a lungo termine per rafforzare la capacità di risposta agli incendi.

Il Generale Fabio Migliorati, comandante del Corpo forestale sardo, ha sottolineato l’impegno nell’assicurare la sicurezza dell’isola, nonostante le sfide presentate dall’attuale scenario di mercato e dalle dinamiche contrattuali. L’approccio proattivo del Corpo forestale e la potenziale revisione delle strategie di acquisizione delle risorse aeree potrebbero rappresentare vie cruciali per garantire una difesa efficace contro gli incendi in Sardegna nelle prossime estati.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Carla Matta, residente a Oristano da alcuni anni dopo il matrimonio, era parte della Cooperativa...
Un tragico incidente ha spezzato la vita di un vigile urbano a Siamaggiore: la comunità...
A proposito dei suoi prossimi impegni, Todde ha confermato che il 8 marzo sarà in...
elezioni regionali
Nello scrutinio delle sezioni mancanti si assottiglia il vantaggio della candidata del Campo largo, ma...
La discussione tra Todde e Solinas evidenzia le tensioni politiche nel periodo di transizione tra...
Cagliari tomorrow